Lettera di referenze

Qualsiasi collaboratore che lascia un incarico può richiedere una lettera di referenze, cioè un documento che testimonia che ha lavorato per voi e offre informazioni sulla sua persona e sulla qualità del lavoro svolto. Ecco alcuni suggerimenti e un esempio.

Quando si parla di persone è sempre difficile ricorrere a formule fisse. Ci sono però alcuni elementi che la vostra lettera di referenze deve per forza contenere. Cito da Le parole giuste di Simonetta Vercelli, De Vecchi editore:

  • il nome della persona a cui viene rilasciata
  • la durata del servizio e la natura del lavoro
  • un apprezzamento sull'onestà e le competenze dimostrate
  • il motivo della rottura del rapporto di lavoro e il rammarico di perdere la persona in questione
  • la dichiarazione che si è sempre pronti a fornire ulteriori particolari necessari

E ora, un esempio:

(località, data)

Marco Ricordi ha lavorato presso la nostra azienda dal settembre 2003 al dicembre 2005, in qualità di centralinista.

Ha svolto il proprio incarico con correttezza e precisione, presentandosi con puntualità al lavoro e offrendosi di collaborare anche per altre mansioni come la cura delle sale riunioni, la preparazione di fotocopie e le consegne di documenti all'esterno.
Posso affermare che nell'incarico svolto ha mostrato anche doti di riservatezza. Tutte queste caratteristiche l'hanno reso per la nostra azienda un prezioso collaboratore.

Purtroppo una poco felice congiuntura economica non consente alla LIDER srl, al momento, di mantenere un addetto al centralino a tempo pieno; alla prospettiva di vedere ridotto l'orario di lavoro il signor Ricordi ha preferito quella di cercare un nuovo posto, e così lo perdiamo con grande dispiacere.

Resto disponibile a fornire tutte le informazioni che mi saranno ulteriormente richieste.

LIDER srl
Lorenzo Bianchi
Amministratore delegato
(firma)

Cito ancora da Le parole giuste di Simonetta Vercelli:

Se non si è rimasti soddisfatti della persona in questione, per non urtare la sua suscettibilità ci si può esprimere in termini vaghi e generici:

"La signorina AB è stata alle mie dipendenze in qualità di collaboratrice domestica solo per un breve periodo di tempo. Non ho comunque avuto alcun motivo di lamentarmi del suo operato e della sua condotta."